di Stefano e Veronica Castellani
coniugata Agostini
(1915-2008)

Nonna Annita Barsotti era nata nel 1915 alle Lavoriere, in una famiglia contadina. Era alta e scura di capelli.

Si è sposata con nonno Ernesto a vent’anni e ha avuto due figli: il mio babbo Graziano e la zia Anna Grazia.

Sono cresciuta in casa con i nonni perché i miei genitori, dopo il matrimonio, sono andati a vivere in famiglia, alle Caldanelle, come era tradizione allora, visto che lavoravano insieme nel podere.

L’appuntamento quotidiano con nonna, al quale non mancavo mai, era quello di distribuire il mangime alle galline e prendere le uova o dal fienile o dal pollaio.

Questa consuetudine mi piaceva molto perché, a parte l’aspetto ludico in sé, era il farlo insieme che lo rendeva qualcosa di speciale.

Ha sempre lavorato tanto ma trovava un po’ di tempo anche per raccontarmi delle storielle. Durante la mia adolescenza siamo anche andate a fare delle gite insieme.

Nonna è morta all’età di 93 anni, è stata una donna forte di carattere e di salute, ho un bel ricordo di lei.

Alessandra Agostini

Fonte: F. Peccianti, Le nonne dei Venturinesi, 2017

Indice delle categorie

Pagina Facebook