La locanda delle Lumiere

L’edificio fu fatto costruire dal campigliese Antonio Pierattelli (1801-1878) nel 1838.

Inizialmente fu realizzata una casa a forma di L con un piano terreno e uno rialzato, per un totale di otto stanze. Poco dopo fu aggiunta anche una stalla accanto alla casa.

Una guida per viaggiatori inglesi di metà Ottocento descrive la locanda dell’Allumiere: «a small and very miserable single house» (una piccola e modestissima singola casa).

è probabile che, nella seconda metà dell’Ottocento, questo edificio sia stato trasformato in casa poderale, forse tenendo aperta anche la locanda.

Nel 1865 infatti, Antonio Pierattelli risulta proprietario di un podere alle Lumiere abitato dal colono Luigi Giuntoli, con la moglie Marianna Paoletti e il figlio Giovanni.

Fonte: rivista “Venturina Terme”, n. 20 (settembre-ottobre 2017)

Gianluca Camerini

Gianluca Camerini

Nato a Campiglia Marittima nel 1973, si è laureato con lode in Storia Moderna all'Università di Pisa. Autore di numerose pubblicazioni, si è occupato soprattutto di archivistica ecclesiastica, genealogia e onomastica familiare. Dal 2014 è direttore editoriale della rivista di storia locale "Venturina Terme". È l'ideatore e il curatore di questo portale.

Indice delle categorie

Pagina Facebook